Povera Patria ?

Leggo le notizie sulla caduta dell’ennesimo governo e scuoto la testa pensando che, come sempre, a rimetterci saremo noi. Non so se questo Paese abbia mai avuto dei veri rappresentanti del popolo o se sia stato sempre pilotato da una manica di finti democratici che se ne fregano della cosa pubblica e pensano solo al proprio tornaconto. Siamo il Paese delle mafie e della corruzione,dove l'”io sono più furbo di te” è un bias che crediamo virtù. Quello che chiamano “italiano medio” è un concentrato di stereotipi che possiamo veder sciorinati su qualsiasi bacheca social. Cosa farà dunque di fronte all’ennesima crisi politica? Di concreto NULLA. In compenso argomenterà a casaccio con chiunque e ovunque per illudersi di essere ancora un soggetto pensante e non un burattino. E alle prossime elezioni voterà la Meloni, perché è convinto che “lei farà sicuramente qualcosa!”, come lo era prima di Salvini, o del “movimento” che finalmente avrebbe spazzato via la Kasta e fatto rinascere l’Italia.

La conoscete quella bruttissima sensazione di andare a votare tappandosi il naso consapevoli che non cambierà nulla? Gli astensionisti credono di far la differenza esprimendo il loro sdegno non recandosi alle urne, nel frattempo i pochi schifosissimi soliti (sotto qualsiasi emblema) avanzano e “vincono” e governano TUTTI.

E stavolta non sarà diverso.

Anzi si, sarà addirittura PEGGIO.