Riflessioni insonni di fine anno

Il 2021 secondo la numerologia, sarebbe stato per me un anno “1”, un anno di rinascita. Peccato che tendiamo a dimenticare quanto la nascita sia un evento difficile, sporco ed estenuante. Dunque ci sta sentirsi sfiniti alla fine di un anno “1”. Se sono rinata non lo so, ma cambiata certamente. La gente di solito non apprezza i cambiamenti, soprattutto se riguardano le persone. Il dinamismo rompe gli schemi, inclina le certezze e ti mette di fronte a qualcosa o qualcuno che devi re-imparare a conoscere. Ma poco male se ci sarà chi non si impegnerà a farlo, cambiando si impara a viaggiare leggeri, gettando via tanta, tantissima zavorra lungo il percorso, e si mette inevitabilmente in conto qualche perdita. Non accoglierò il 2022 con un sorriso, ma metaforicamente con un AK47 imbracciato. Ho la netta impressione che questo impietoso anno, a confronto, sarà stata una passeggiata. Dunque auguro anche a voi di essere pronti e forti per affrontare qualsiasi cosa giunga. Nel bene e nel male.