Sarà una lunga estate

Quest’afa opprimente mi ricorda il 2003 e mi sa tanto che quest’estate, che ancora deve iniziare ma già ha stufato, sarà altrettanto rovente.

Sono fermamente convinta che non ascoltare meteo terroristi aiuta in qualche modo ad andare avanti. E anche tenere lontani chi non fa altro che lamentarsi, perché ti fa sudare ancora di più!

Oggi è domenica e in spiaggia non c’è un centimetro quadrato di spazio. Tutti ammassati come un branco di idioti per bagnarsi in un acqua che 9 volte su 10 ti manda in gastroenterite.

Sarà dura arrivare a settembre. Mi consolo pensando a quando abitavamo a 50 metri dal mare e nel weekend non potevamo nemmeno uscire di casa, altrimenti non avremmo più trovato parcheggio al ritorno.

Poi, però, vedo il cocomero al mercato e mi dico che anche l’estate tutto sommato ha i suoi pregi 🙂. Ricordo quando il sabato mattina andavo a comprarlo con mio padre. C’era un camion che arrivava apposta e l’uomo che mi faceva sempre assaggiare un tassello per sentire quant’era dolce. L’estate era bella e sapeva di felicità: quella che sa di vacanza e libertà. Anche se la vacanza era solo da scuola e il mare quello di casa.

Quest’anno mi impegno, promesso. Cercherò di arrivare a settembre senza sbuffare troppo e cercando di godermi addirittura un po’ di sole (poco, ché fa male!). Tanto, lamentarsi non serve a niente. E temo che ormai questo clima sarà la norma. Dunque c’è poco da fare, se non imparare a conviverci.

5 pensieri riguardo “Sarà una lunga estate”

  1. L’estate quando è pesante fa perdere il gusto della luce e del sole. Ti capisco perché anch’io non sopporto il caldo asfissiante. Per fortuna la casa dove abito è abbastanza fresca, perciò, tenendo chiuso, riesco a sopravvivere.

    Piace a 2 people

  2. Io andrò qualche giorno al mare qui e là ma il mio sogno è la montagna.
    Anche se io al mare vado dove non c’è spiaggia e parto la mattina mi faccio la mia camminata e arrivo alla punta e faccio il bagno e poi decido se tornare con il battello o ancora a piedi.
    I momenti più belli sono quando passi nel bosco con l’aria profumata di pino.
    L’estate del 2003 me la ricordo benissimo .
    Il dramma per me non fu l’estate ma il fatto che iniziò a maggio ( come adesso) ma il fatto che proseguì sino alla fine di ottobre. Vivevo al mare. Tutte le mattine guardavo attraverso le persiane e mi dicevo : “Oh no! anche oggi il sole”. La prima nuvola fu salutata come un miracolo.🤣🤣

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: