Tyler Durden è un minimalista

Non sei il tuo lavoro. Non sei quanti soldi hai in banca. Non sei la macchina che guidi. Non sei il contenuto del tuo portafoglio. Non siete i vostri fottuti cachi. Sei la merda tutta cantante e ballerina del mondo.

Siamo consumatori. Siamo i sottoprodotti di un’ossessione dello stile di vita.

Se non rivendicate la vostra umanità, diventerete una statistica. Siete stati avvisati.

Fight Club

Quanti di voi ricordano e apprezzano quel capolavoro di David Fincher (e di Palahniuk) che è Fight Club? L’altro giorno mi sono piacevolmente imbattuta in questo elenco di citazioni tratte dal film, sul sito The minimalists . Un film del ’99, di un libro del ’96, eppure così dannatamente attuale. Una critica spettacolare alla società del consumo, alla vacuità delle vite inghiottite dal capitalismo. Se ve lo siete persi, in questi giorni lo trovate anche su Netflix. Un rewatch, a me non me lo leva nessuno. In lingua originale, magari.

  • Le cose che possiedi finiscono per possederti.
  • Solo dopo aver perso tutto siamo liberi di fare qualsiasi cosa.
  • Non sei il tuo lavoro. Non sei quanti soldi hai in banca. Non sei la macchina che guidi. Non sei il contenuto del tuo portafoglio. Non siete i vostri fottuti cachi. Sei la merda tutta cantante e ballerina del mondo.
  • Vaffanculo con i tuoi divani a tinta unita e i modelli a strisce verdi. Io dico di non essere mai completi, dico di smettere di essere perfetti, dico evolviamoci, lasciamo che le patatine cadano dove possono.
  • Il liberatore che ha distrutto la mia proprietà ha riallineato le mie percezioni.
  • Sai cos’è un piumone? È una coperta. Solo una coperta. Ora perché i ragazzi come me e te sanno cos’è un piumone? Questo è essenziale per la nostra sopravvivenza, nel senso cacciatore-raccoglitore della parola? No. Cosa siamo allora? Siamo consumatori. Siamo i sottoprodotti di un’ossessione dello stile di vita.
  • Omicidio, crimine, povertà – queste cose non mi riguardano. Quello che mi preoccupa sono le riviste di celebrità, la televisione con 500 canali, il nome di un tizio sulle mie mutande. Rogaine, Viagra, Olestra… Fanculo Martha Stewart. Martha sta lucidando l’ottone sul Titanic. Sta andando tutto giù, amico. Quindi vaffanculo con le tue unità di divano e i modelli a strisce verdi strine.
  • Maledizione, un’intera generazione che pompa benzina, cameriere – schiavi con colletti bianchi. La pubblicità ci fa inseguire auto e vestiti, fare lavori che odiamo per comprare merda di cui non abbiamo bisogno. Siamo i figli di mezzo della storia, amico: nessuno scopo o luogo. Non abbiamo nessuna Grande Guerra. Nessuna Grande Depressione. La nostra Grande Guerra è una guerra spirituale; la nostra Grande Depressione è la nostra vita. Siamo stati tutti cresciuti in televisione per credere che un giorno saremmo stati tutti milionari, e dei del cinema, e rock star. Ma non lo faremo. E lo stiamo imparando lentamente. E siamo molto, molto incazzati.
  • Che cosa vuoi? Vuoi tornare al lavoro di merda, al fottuto mondo condominio, a guardare sitcom? Vaffanculo, non lo farò.
  • Spiegare il consumismo: facciamo tutti parte dello stesso mucchio di compost.
  • Disegnare una metafora della vita moderna guidata dal consumatore: che imbarazzo – una casa piena di condimenti e niente cibo.
  • Fanculo quello che sai. Devi dimenticare quello che sai, questo è il tuo problema.
  • Dimentica quello che pensi di sapere sulla vita, sull’amicizia, e soprattutto su di me e te.
  • Toccare il fondo non è un ritiro per il fine settimana. Non è un dannato seminario. Smettila di cercare di controllare tutto, e lasciala andare! LASCIA ANDARE!
  • Senza dolore, senza sacrificio, non avremmo nulla.
  • Solo dopo il disastro possiamo essere resuscitati.
  • Ragazzi, cosa vorreste aver fatto prima di morire?
  • Ficcarsi delle piume nel culo non fa di te un pollo.
  • È ora di lottare per ciò in cui credi.
  • Se stai leggendo questo, allora questo avvertimento è per te: ogni parola che leggi di questa inutile stampa in piccolo è un altro secondo dalla tua vita. Non hai altro da fare? La tua vita è così vuota che onestamente non riesci a pensare a un modo migliore per trascorrere questi momenti? O siete così colpiti dall’autorità da dare rispetto e credito a tutti quelli che la rivendicano? Leggi tutto quello che dovresti leggere? Pensi tutto quello che dovresti pensare? Comprare quello che ti viene detto di volere? Esci dal tuo appartamento. Incontra un membro del sesso opposto. Stop allo shopping eccessivo e alla masturbazione.
  • Lascia il tuo lavoro. Inizia una rissa. Dimostra che sei vivo. Se non rivendicate la vostra umanità, diventerete una statistica. Siete stati avvisati.
  • Questa è la tua vita, e sta finendo un minuto alla volta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: