Fantasy – Film

Siamo giunti al quarto appuntamento de Il salotto delle tane, l’ultimo dedicato ai libri fantasy.

Questa settimana ho scelto per voi tre grandi “classici”, magari un po’ oscurati dall’enorme successo dei “fratelli maggiori” come Il signore degli anelli, Harry Potter e Il trono di Spade.

Voglio parlarvi de La bussola d’oro, La storia fantastica e Le cronache di Narnia.

Premetto che non ho letto nessuno di questi libri ma ho scoperto che La bussola d’oro fa decisamente al caso mio, vista la familiarità che ho con la tematica del Daimon. Riguardo ai film, ho visto soltanto La storia fantastica e lo ricordo molto bene: una sorta di favola avventurosa e molto divertente!

Partiamo dunque con il primo titolo: La bussola d’oro

La bussola d’oro è stato scritto nel 1995 da Philip Pullman ed è una trilogia composta da: Queste oscure materie, La lama sottile e Il cannocchiale d’ambra.

Eccone una breve introduzione tratta da wikipedia

Il romanzo è ambientato in un mondo parallelo, in cui ogni persona è affiancata da un daimon, cioè l’anima della persona esternata sotto forma di animale, una sorta di compagno personale che accompagna ognuno ovunque vada, e che scompare alla morte della persona. Se d’altra parte, il daimon viene staccato dalla persona cui appartiene, questa nella maggior parte dei casi muore o resta psichicamente menomata, in quanto il daimon è il canale che la collega alla Polvere, misteriosa e pervasiva sostanza cosmica vagamente comparabile alla materia oscura della cosmologia contemporanea. Tale sostanza ha anche a che fare con la facoltà di concepire pensieri originali e sviluppare una personalità indipendente, facoltà che il Magisterium, chiesa vocata al dominio universale ed al culto di un essere supremo chiamato Autorità, per definizione avversa e combatte.

L’adattamento cinematografico fu fatto nel 2007 per il primo volume e riscosse un enorme successo. Ovviamente suscitò ampie critiche da parte degli ambienti cattolici che hanno visto nel Magisterium un chiaro riferimento alla loro Chiesa.

Secondo titolo scelto: La storia fantastica.

La storia fantastica o La principessa sposa, fu scritto da William Goldman e pubblicato nel 1973. Narra la storia d’amore tra la lattaia Buttercup, e Wesley, garzone che tra mille insidie si troverà a doverla liberare dalle grinfie del perfido Principe Humperdinck, che l’ha scelta come sua sposa per garantirsi un erede.

La trasposizione cinematografica risale al 1987. Il film, diretto da Rob Reiner, è strettamente fedele alla trama originale. Il ruolo di Buttercup (Bottondoro,nel film) fu affidato a Robin Wright e Wesley fu impersonato da un biondissimo, affascinante Cary Elwes.

Ultimo titolo: Le cronache di Narnia

Le cronache di Narnia è una serie di romanzi ideata tra il 1939 e il 1954 da C. S. Lewis, ambientati nella fantastica Terra di Narnia. Lo scrittore scelse il nome per la sua ambientazione magica guardando una vecchia cartina dell’Italia. Arrivato all’Umbria, lo colpì il nome di Narni e decise di usare il suo antico toponimo -appunto Narnia- per farne lo scenario della sua storia.

Le cronache sono composte da diversi volumi:

  • Il leone, la strega e l’armadio
  • Il principe Caspian
  • Il viaggio del veliero
  • La sedia d’argento
  • Il cavallo e il ragazzo
  • Il nipote del mago
  • L’ultima battaglia

Sul grande schermo arrivarono tre film: Il leone, la strega e l’armadio; Il principe Caspian; Il viaggio del veliero. Era in progetto anche la produzione de La sedia d’argento ma a quanto pare non se ne fece più nulla.

A quanto pare, questa saga ha chiari riferimenti cristiani e può essere letta come una storia del mondo, dalla sua creazione fino alla sua fine. C’è addirittura un “anticristo”, rappresentato da Aslan, e la strega malvagia che impersona il “serpente tentatore” di Eva.

Preferisco soprassedere in merito.

Sicuramente conoscevate già questi libri o questi film, personalmente ho scoperto qualcosa che non vorrò MAI leggere e qualcosa che invece mi piacerebbe approfondire, e ho ricordato un film che sarebbe bello rivedere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...